PICCAGGE MATTE AL PESTO

Per la serie impastiamo, oggi mi sono dedicata a preparare un classico della cucina dell'entroterra genovese.
Le piccagge sono tipicamente le fettucce lunghe del grembiule, in effetti la pasta dovrebbe ricordarle, vengono poi chiamate matte perche' al loro interno e' presente la farina di castagne, o in assenza la farina integrale.

Ingredienti per 6 persone:


Per la pasta:

Per il condimento
  • pesto
  • 2 patate medie
  • mezza tazza di fave piccole sgranate e freschissime
Disponete in una grossa ciotola le tre farine e mescolatele insieme.
Con le mani fate un buco al centro e rompete l'uovo, aggiungete un pizzico di sale e un poco di acqua.
Impastate aggiungendo tanta acqua quanta necessaria per ottenere una pasta liscia e omogenea.
Lasciate riposare sulla spianatoia per mezz'oretta.
Ora stendete la pasta con il mattarello, tirate una sfiglia non piu' alta di 5 mm.
Lasciatela riposare un'oretta coperta e poi arrotolatela su se stessa e cominciate a tagliare le vostre piccagge dello spessore di un dito. Non vi preoccupate se non sono regolari, devono assomigliare alle fettucce dei grembiuli. Aiutatevi con un po' di farina di semola per tenerle separate sulla spianatoia.
Lessatele in abbondante acqua salata in cui avrete avrete unito le fave e le patate pelate e tagliate a dadini piccoli al momento di buttare la pasta.
Scolate e condite tutto con il pesto

Con questa ricetta partecipo al contest di Le leccornie di Danita:

E alla raccolta di Laura: 



Commenti

  1. wau che bello sono la prima!!
    Ottima la tua pasta.. originale e buonissimaaaa

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Appena riesco te le faccio hihihihihi!!!!

      Elimina
  3. Che buone che devono essere!!!Posto subito la superba ricetta!! buona serata e grazie mille laura

    RispondiElimina
  4. Ciao Lara, ma sai che non le ho mai preparate con la manitoba? Sempre solo farina 00 e farina di castagne. Proverò sicuramente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, visto che l'impasto con la farina di castagne e' sempre un po' mollo,la manitoba dona un po' piu' di elasticita'.

      Elimina
  5. Grazie tante per questa ricetta, davvero deliziosa!!!
    Mi dispiace chiedertelo, però dovresti ripubblicare la ricetta perchè è antecedente al contest :-/.
    Grazie ancora :-)

    RispondiElimina
  6. ciao sto facendo il pdf della raccolta ma non vedo il link di riferimento...se l'aggiungi ti ringrazio!http://blog.giallozafferano.it/lauraricette/wp-content/uploads/2012/02/italiaincucina-1024x768.jpg saluti laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inserito, ti chiedo scusa! Buon lavoro

      Elimina

Posta un commento

Gentilmente vi chiedo di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno rimossi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...