FOCACCIA DI RICOTTA DAL DOTTOR ŽIVAGO


Dal giardino entrava l’odore del samovar acceso, e soffocava quello del tabacco e dell’eliotropio. Dall'interno della casa era stato portato il kajmàk (panna leggermente montata n.d.t.), fragole e focacce di ricotta. (…) “Andiamo a sederci alla panchina sul ciglio del burrone, mentre preparano il te” propose Ivàn Ivanovic.
Una che si chiama Lara, non poteva che non aver letto il Dottor Živàgo, e per ben due volte.  Ricordavo questa scena e l’immagine che ne era rimasta impressa nella mia mente e proprio quella del profumo del te sprigionato dal samovar, mentre queste focacce appena sfornate venivano posate su un tavolo apparecchiato.
Per chi non avesse mai letto, o visto il film, questo libro narra la vita di un medico e poeta, Jùrij Andrèevič Živàgo, diviso dall'amore per due donne, di cui una appunto si chiama Lara, e coinvolto nel turbine della rivoluzione d'ottobre. 
Ora, non possedendo un samovar e conoscendo poco la cucina russa, mi sono reinventata questa scenetta preparando un te’ e servendolo con una reinterpretazione della classica torta dei tre di mia nonna, che ho preparato utilizzando la ricotta al posto del burro.

Tovaglietta, piatto e tazze GreenGate
Ingredienti per 8 persone
  • 300 g di ricotta vaccina
  • 300 g di zucchero
  • 3 uova
  • 150 g di fecola di patate
  • 150 g di farina
  • una bustina di lievito in polvere per dolci
  • un bicchierino di rum
  • una bustina di vanillina
  • zucchero a velo per decorare

Separate i tuorli dagli albumi e raccoglieteli in due ciotole differenti.
Montate i tuorli con 150 g di zucchero fino a ottenere una spuma soffice.
Lavorate la ricotta con i rimanenti 150 g di zucchero, unitevi la uova spumose, aggiungete il rum e mescolate bene.
Incorporate al composto la farina setacciata assieme alla fecola, il lievito e la vanillina.
Trasferite l'impasto in una stampo a cerniera imburrato e infarinato, o piu' semplicemente rivestito di carta da forno.
Montate a neve i tuorli, uniteli al composto e infornate tutto a 170°C per 35 minuti. Non aprite mai il forno, se non all'ultimo per controllare la cottura.
Sfornate la torta quando sara’ leggermente colorita in superficie e infilandoci uno stecchino nel centro che dovra’ uscire completamente asciutto.
Servite per un te, per colazione, per merenda. Accompagnate con panna montata; volendo si puo’ farcire a piacere con marmellata o frutta fresca.

Con questa ricetta partecipo al contest di RossoLampone:



Commenti

  1. La focaccia di ricotta mi piace molto..questa ha un aspetto davvero bello, soffice soffice :-)!!
    Buona giornata!
    Elisa

    RispondiElimina
  2. E credo davvero che tu l'abbia reinventata in modo splendido! questo dolce sembra molto soffice! Buon venerdì!

    RispondiElimina
  3. deve essere davvero sofficioso questo dolce! e brava ad averlo associato a quel libro che adoro :)
    Un abbraccio
    Tiziana

    RispondiElimina
  4. Una torta super morbidosa davvero invtante bravissima!!!!notte

    RispondiElimina

Posta un commento

Gentilmente vi chiedo di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno rimossi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...